Nonantola, venerdì al via la Festa de l’Unità con Fassino e Fava

Nonantola, venerdì al via la Festa de l’Unità con Fassino e Fava
0 commenti, 11/04/2018, da , in Dai Circoli, slider

Venerdì 13 aprile prende il via, a Nonantola, l’edizione 2018 della tradizionale Festa de l’Unità di Primavera organizzata dai Circoli del Pd di Nonantola, Ravarino, Bomporto e Bastiglia. La Festa sarà in funzione, dal venerdì alla domenica, dal 13 aprile al 20 maggio. Aperta anche il 25 aprile e il 1° maggio.

Il deputato Piero Fassino e il segretario provinciale del Pd Davide Fava saranno gli ospiti nella serata di apertura della Festa de l’Unità di primavera organizzata dai Circoli Pd di Nonantola, Ravarino, Bomporto e Bastiglia (volontari di altri Circoli Pd prestano servizio per autofinanziarsi: Fiorano Modenese, Maranello, Massa, Medolla, Pavullo, Spilamberto e Vignola). La Festa prende il via venerdì 13 aprile nel capannone di via Marzabotto n.1, a Nonantola. Sarà in funzione dal venerdì alla domenica fino al 20 maggio. Aperta anche nei festivi del 25 aprile, Festa della Liberazione, e 1° maggio, Festa del lavoro. Il venerdì, il sabato e la domenica sera, oltre a cenare alla Festa è sempre previsto un momento di spettacolo e intrattenimento musicale. Il venerdì sera, in particolare, è stato messo a punto un programma alternativo per un tipo di pubblico meno tradizionale: sarà possibile cenare a base di tigelle e birra e passare qualche ora insieme ascoltando la musica delle tribute band oppure seguendo una commedia dialettale. La domenica si può anche pranzare alla Festa. I venerdì, com’è ormai tradizione, sono dedicati ai piatti di pesce: occorre prenotare ai numeri 059/54.90.08 (prezzo fisso a persona 26 euro). Per chi non tollera il pesce, è previsto comunque un menù alternativo. Prevista anche la possibilità di asporto dei cibi. In via di definizione il programma degli incontri politic

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *