Scuola, Baracchi “Bene le risorse a sostegno degli alunni disabili”

Scuola, Baracchi “Bene le risorse a sostegno degli alunni disabili”
0 commenti, 02/02/2018, da , in Modena, slider

In provincia di Modena arriveranno quasi 120mila euro di risorse per acquistare ausili didattici per gli alunni disabili. I sussidi saranno assegnati in comodo d’uso annuale alle scuole, rinnovabili fino al completamento del ciclo di studi dell’alunno. Lo rende noto con soddisfazione la responsabile Scuola della Segreteria cittadina del Pd modenese Grazia Baracchi. Ecco il suo commento:

“Era un’opportunità che le scuole attendevano da tempo e ora è finalmente realtà. Grazie a un decreto dipartimentale del dicembre 2017 si dà attuazione a una misura contenuta nella Legge 107 del 2015, la cosiddetta “Buona scuola”. Le Istituzioni scolastiche statali e paritarie hanno la possibilità di presentare progetti di inclusione scolastica con previsione di utilizzo di sussidi didattici. Le risorse previste per l’Emilia-Romagna sono importanti, mai viste in queste quantità da molto tempo. Sono stati, infatti, assegnati ai Centri territoriali di supporto della nostra regione oltre 698mila euro, di cui 119.880 euro destinati alla provincia di Modena. I sussidi necessari allo studio degli alunni disabili saranno acquistati direttamente dai Centri territoriali di supporto e verranno assegnati in comodato d’uso annuale alla scuola, con modalità rinnovabile fino al completamento del ciclo di studi dell’alunno. In sostanza, si investe concretamente sul diritto allo studio, in particolare sul diritto allo studio degli studenti con disabilità, con l’obiettivo di mettere in condizione le scuole di sostenere l’inclusione di ogni alunno e ogni alunna, compensando i deficit e sviluppando le potenzialità individuali, anche con l’aiuto dei sussidi. Ecco, questo è quello che io definisco “Buona scuola”!”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *