Bortolamasi “Grande sfida per la città, non facciamo vincere la paura”

Bortolamasi “Grande sfida per la città, non facciamo vincere la paura”
1 commento, 07/06/2017, da , in Modena, slider

Il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolamasi ribadisce il valore per la città del concerto di Vasco Rossi, invita a non far vincere paura, snobismo o recriminazioni e auspica la continua collaborazione di tutta la città alla costruzione di un evento destinato a rimanere nella storia. Ecco la sua dichiarazione:

 

“L’aggregazione, il sentirci comunità prima ancora che città è sempre stato il vero segno distintivo di Modena. E il grande concerto di Vasco Rossi al Parco Ferrari rientra pienamente nelle nostre tradizioni, nelle nostre capacità e nelle nostre ambizioni. Per questo sosteniamo con convinzione l’Amministrazione e gli organizzatori che hanno voluto, e stanno lavorando alacremente da mesi, per creare un evento di queste dimensioni, probabilmente il più imponente concerto mondiale a pagamento di un singolo artista, nel cuore verde della nostra città. Anche dopo l’attacco terroristico a Manchester e il caos in Piazza Castello a Torino, l’appello che lancio è quello di non farci vincere dalla paura. Da una parte, non possiamo e non dobbiamo chiuderci in casa, isolarci: continuiamo a uscire, a stare nelle piazze e nei parchi, a ritrovarci in piccoli e grandi gruppi. Il nostro stare insieme è festa, incontro, dialogo. Dall’altra, occorre lavorare – e occorre farlo davvero tutti insieme – per individuare tutte quelle soluzioni (logistiche, di sicurezza, di compatibilità con il tessuto urbano e ambientale esistente) che consentano a una manifestazione di valore internazionale di potersi svolgere nella nostra città. Bene, quindi, il Comune che sta coinvolgendo tutte le energie cittadine, dalle associazioni fino ai tecnici più specializzati della sicurezza, perché il Modena Park sia un evento eccezionale nella sua portata, ma sentito e gestito davvero da tutta la città. Non facciamoci vincere da un certo snobismo e non lasciamo campo alle recriminazioni: a chi dice “Ma c’era davvero bisogno di tutto questo trambusto?” Io rispondo “Sì” senza esitazioni. Il Modena Park sarà evento di grandissima portata, reso unico nel suo genere dalle premesse (i 40 anni di attività di Vasco Rossi in uno dei luoghi simbolo dei suoi inizi e delle sue prime canzoni), ma anche dalle modalità fin da subito adottate per la sua gestione (la tracciabilità dei biglietti, la lotta al bagarinaggio on line) che rappresenteranno un paradigma per eventi similari nel futuro. Il nome e le immagini di Modena, della nostra città avranno una grande visibilità, in tutta Italia, e nel mondo: collaboriamo tutti insieme, compresi i 220mila fortunati possessori del tagliando per il Modena Park, affinché sia ricordato come un momento unico nella storia della musica italiana, e per nient’altro”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Un commento

  1. Gabriella Cianconi
    giugno 7th, 2017 20:56

    Il suo discorso, gentile segretario non fa una piega.
    Che Vasco sia un grande, che le sue canzoni siano bellissime, che noi modenesi lo amiamo è proprio indiscutibile, che un suo concerto fa piacere a tutti è inevitabile ma non a 220.000 persone tutte schierate come brave statuine nel nostro parco Ferrari.
    220 000 persone erano da sguinzagliare ad Hyde park a Londra, o Central Park di New York ancora al Regent park ma non in centro a Modena dove intorno al parco ci sono le nostre case e viale Italia. Il sindaco è stato cortese a spedire la sua attenta missiva, ci addolcisce la medicina con cosa? Col nostro senso di collaborazione, col la nostra proverbiale aggregazione sociale, con la nostra collaborazione e il nostro affetto per Vasco? Non basta. Siamo preoccupati che voi ne diciate. Siamo, non dei fifoni ma realisti. Cosa che da voi non è stata neppure considerata. In bocca al lupo e incrociamo le dita e che tutto vada per il meglio.gabriella cianconi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *