Ponte Alto, martedì arriva Moni Ovadia e debutta la Settimana europea

Ponte Alto, martedì arriva Moni Ovadia e debutta la Settimana europea

Martedì 6 settembre, alla Festa provinciale de l’Unità di Modena, prende avvio il ciclo di incontri “Modena in Europa, l’Europa a Modena” organizzato dal Pd insieme al Gruppo Pse del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea. Nel corso della serata verrà presentato il libro dedicato alle Feste de l’Unità modenesi, si parlerà di integrazione europea, di welfare, della strage di Utoya, mentre, alle ore 21.00, al Palaconad, Moni Ovadia presenterà il suo ultimo libro. All’Arena sul lago, dalle ore 21.30, concerto di Fred De Palma e Livio Cori (ingresso gratuito).

Dal 6 all’11 settembre, la Festa provinciale de l’Unità di Modena, ospiterà la Settimana europea dal titolo “Modena in Europa, l’Europa a Modena”, ciclo di incontri e approfondimenti con amministratori provenienti da tutta Europa, organizzato dal Partito democratico modenese e regionale in collaborazione con il Gruppo Pse del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea. Il primo incontro è fissato per le ore 18.00 di martedì 6 settembre alla Sala Europa dove si farà il punto sulle trattative per il Ttip, il trattato di libero scambio tra Europa e Usa con Markus Töns, relatore del Comitato delle Regioni sul Ttip e primo vice-presidente del Gruppo Pse, il sindacalista francese Christophe Quarez, relatore per il Ttip del Comitato economico e sociale francese e l’economista Bernard Soulage del Partito socialista francese. Modera l’incontro Luciano Vecchi, coordinatore del Dipartimento di Politica europea e internazionale della Direzione nazionale del Pd. Allo Spazio dibattiti, invece, dalle ore 19.00, verrà presentato il libro “La città nella città – cronache e storia delle feste de l’Unità di Modena 1946-2016”. Ne parleranno l’autore del libro Raffaele Caterino, lo scrittore Fabio Calé, autore del volume “Popolo in festa” edito da Donzelli nel 2011, il vice-direttore dell’Istituto storico di Modena Metella Montanari e il responsabile allestimento della Festa provinciale di Modena Eudes Canali. Coordina il giornalista Davide Lombardi. Alle 19.30, al Palaconad, si approfondiranno le tematiche legate al welfare nel corso di un incontro dal titolo “Welfare e innovazione nel nostro territorio: scambio di buone pratiche verso un modello di “welfare generativo”. Ne discuteranno il deputato modenese del Pd Edoardo Patriarca, componente della Commissione Affari sociali della Camera, il sindaco di Carpi Alberto Bellelli, referente Welfare nell’Anci Emilia-Romagna, il vice-sindaco di Fiorano Marco Biagini, il pedagogista Francesco Errani, consigliere comunale a Bologna, ed Emanuela Carta, presidente dell’Associazione servizi per il volontariato di Modena. Coordina Rita Varotti, responsabile Politiche sociali e Cittadinanza attiva della Segreteria provinciale del Pd modenese. Alle ore 20.30, allo Spazio Dibattiti, è in programma la presentazione del libro “Storia dell’integrazione europea” dello scrittore e docente universitario Leonardo Rapone. Lo stesso Rapone parlerà del tema con la deputata modenese del Pd Laura Garavini, eletta nella Circoscrizione Europa. Conduce l’incontro il giornalista di Trc Stefano Ferrari. Alle ore 21.00, in Sala Europa, si ricorderà la strage norvegese di Utoya nel corso dell’incontro dal titolo “Utoya, chi ha compagni non muore mai”. Ne discutono la deputata modenese del Pd Giuditta Pini, il segretario nazionale dei Giovani democratici Mattia Zunino, il giornalista Luca Mariani, autore del libro “Il silenzio sugli innocenti. Le stragi di Oslo e Utoya – Verità, bugie e omissioni su un massacro di socialisti”, e il segretario provinciale dei Gd Alessandro Poggi. Modera Luca Pellacani, responsabile Europa della Segreteria provinciale Giovani democratici Modena. Infine, alle ore 21.30, al Palaconad, l’attore e scrittore Moni Ovadia presenterà il suo libro “Il coniglio Hitler e il cilindro del demagogo”, editore La Nave di Teseo, intervistato da Pierluigi Senatore, direttore della comunicazione e relazioni esterne del gruppo Radio Bruno-Multiradio.

Per la pagina dello spettacolo, secondo appuntamento con il rap e l’hip hop all’Arena sul lago. A partire dalle ore 21.30, a salire sul palco saranno questa volta Fred De Palma e Livio Cori. Fred De Palma, per l’anagrafe Federico Palana, è un rapper torinese classe ’89: si mette in luce nel corso di alcune partecipazioni a manifestazioni freestyle di successo tra Torino e Milano, durante le quali conosce e inizia a collaborare con nomi di spicco come Gue Pequeno, Emis Killa e Dirty. Partecipa alle battle freestyle di Mtv Split, programma dedicato al rap presentato da J-Ax sull’omonimo canale televisivo, classificandosi al terzo posto dietro a Nitro e Shade. Nel 2012 pubblica il suo album di debutto, “F.D.P.”, prodotto insieme a Double H Groovy, Zef, Drop, BigZilla, Vox P, Dj Fede. Due anni dopo il secondo lavoro “Lettera al successo”, pubblicato con l’etichetta Roccia Music, fondata tra gli altri da Marracash, con il quale incide una delle tracce “Muovi il Mondo”. Nel dicembre del 2014 l’addio a Roccia Music e l’approdo alla Warner Music Italy, con la quale ha pubblicato il terzo album “BoyFred”, uscito nell’ottobre del 2015. A seguire, allo Spazio Arci La Buca, Emg Selecta.

Per gli amanti del ballo, alla Balera, dalle ore 21.00, si esibisce Renato Tabarroni, mentre allo spazio El Baile, scuola di ballo e danze latino-americane a cura del Florida Staff. Alle 21.30, allo spazio Hangar 3, “La fenice Afro-Lab”, lezioni aperte di danza africana con la ballerina Laura D’Alelio. Divertimento per tutti allo spazio Treemme e all’Area gioco sport gestita da Csi, Oplà, Uisp e i Burattini della Commedia dell’Arte. Infine, allo spazio Diari di viaggio, dalle ore 21.30, Mauro Martinelli presenta “La Cina moderna”, Pieranna Gibertini “Fuerteventura – Meissen”, Miriam Bergonzini “Scenari etiopi” e Monica Monterosi “Lanzarote e Namibia”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *