Il Pd Formigine al lavoro per risolvere i problemi di Gigetto

Il Pd Formigine al lavoro per risolvere i problemi di Gigetto
0 commenti, 25/01/2014, da , in Dai Circoli

Il segretario del Pd di Formigine Daniele Silvestri interviene sul tema della mobilità urbana e in particolare su come migliorare il servizio ferroviario Modena-Sassuolo. Le possibili soluzioni sono già state prospettate dal Pd e dall’Amministrazione comunale. “Il treno è un servizio che va salvaguardato ma così com’è non può andare – spiega Silvestri – E’ necessario un intervento a 360 gradi”. Ecco la dichiarazione di Daniele Silvestri:

« Il Pd Formiginese sul treno Modena – Sassuolo ha sempre avuto una posizione chiara e trasparente, portata in tutte le sedi, dalla Regione alla Provincia, da AMO a TPER, grazie all’impegno del sindaco Richeldi e dell’assessore Gelmuzzi. Il treno è un servizio che va salvaguardato, ma così com’è non può andare: è necessario un intervento a 360 gradi su tariffe, servizio, numero di corse, qualità dei treni. Serve un treno che sia più accessibile perché più comodo, più puntuale ed economico, che serva i punti di interesse del distretto e della città di Modena. Serve una risposta immediata alle problematiche esistenti e una visione di prospettiva. Nell’immediato chiediamo una revisione delle corse perché siano ridotte durante il giorno e magari concentrate negli orari di punta. In prospettiva è necessario che questa infrastruttura possa essere centrale in un nuovo concetto di viabilità provinciale collegando Sassuolo, Formigine, Modena e Carpi. Sono contento che anche alte forze politiche stiano abbandonando idee “integraliste” come la chiusura del servizio e si stiano avvicinando alla posizione del Pd nel chiedere un miglioramento del servizio e una soluzione per le intersezioni che coinvolgono il nostro comune. Le soluzioni di viabilità per risolvere il problema delle intersezioni ci sono già e si trovano all’interno del PSC approvato da questa Amministrazione, come per esempio la tangenziale sud e relativo sottopasso, i sottopassi della Coop e delle aree ex-Generali, le rotonde di Casinalbo con la riapertura di via Liandi solo per citare alcune. Per quanto riguarda il futuro della viabilità a Formigine è nostra intenzione aprire un confronto con i cittadini per un nuovo piano urbano del traffico da adottare nella prossima legislatura. Il problema vero è che per immaginare tutte queste soluzioni sono necessarie delle risorse che al momento non ci sono. Sarebbe irresponsabile illudere i cittadini di soluzioni mirabolanti come metropolitane interrate, metro-tranvia sopraelevate o altro. Attendiamo anche di valutare i risultati dello studio sul progetto di una metro-tranvia leggera ma al momento è meglio essere realisti e lavorare sugli obiettivi che possiamo raggiungere davvero. Un treno migliore e meno problemi di viabilità su Formigine».

photo credit: Johannes J. Smit via photopin cc

Informazioni Redazione

Redazione
La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *