S. Felice, Balboni e Guicciardi “Servono stabilità e responsabilità”

S. Felice, Balboni e Guicciardi “Servono stabilità e responsabilità”
0 commenti, 09/03/2021, da , in Dai Circoli

“Queste continue crisi e rimpasti di Giunta ormai all’ordine del giorno, in particolar modo sulla scuola, sono purtroppo un messaggio di assoluta incertezza e precarietà per tutti i nostri concittadini”: il capogruppo di Insieme per San Felice Andrea Balboni e il segretario Pd di San Felice Nicolò Guicciardi commentano così i nuovi ingressi in Giunta. Ecco la loro nota congiunta:

“Le voci insistenti sull’avvicendamento in Giunta a San Felice con l’ingresso di un nuovo assessore proveniente dal Consiglio comunale di un altro Comune sono purtroppo diventate ufficiali. Una decisione inopportuna, a cui si aggiungono anche le dimissioni dell’attuale assessore alla Scuola, che ci porta ad esprimere grande preoccupazione per i difficili quanto decisivi mesi che ci accingiamo ad affrontare come comunità. Questa complessa situazione ci ha mostrato con chiarezza la necessità e l’importanza di avere servizi al cittadino che funzionino e vengano erogati in maniera efficiente. Per rendere possibile tutto ciò è necessaria continuità e stabilità amministrativa. Queste continue crisi e rimpasti di Giunta ormai all’ordine del giorno, in particolar modo sulla scuola, sono purtroppo un messaggio di assoluta incertezza e precarietà per tutti i nostri concittadini. Mai come in tali situazioni di emergenza, di cui il nostro paese e la nostra comunità portano ancora i segni avendo vissuto l’esperienza del terremoto, San Felice e la sua gente hanno bisogno di trovare solidi punti di riferimento a cui rivolgersi, capaci di mettere al primo posto le esigenze dei propri cittadini con senso di responsabilità, dedizione e sacrificio. Per questo San Felice sul Panaro merita di più, merita di meglio”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *