Covid, Maletti “Chiediamo un focus sul disagio giovanile”

Covid, Maletti “Chiediamo un focus sul disagio giovanile”
0 commenti, 17/02/2021, da , in Dalla Regione

Le consigliere regionali Pd Francesca Marchetti e Francesca Maletti: “Non sottovalutiamo una problematica in aumento anche a causa dell’emergenza sanitaria. Confrontiamoci con i giovani per capire i loro disagi”

“Avere un quadro conoscitivo delle problematiche giovanili attraverso gli accessi ai pronto soccorso di giovani e adolescenti e con tipologia di diagnosi nel territorio regionale ”. È quanto la presidente della Commissione Scuola Francesca Marchetti ha chiesto in un’interrogazione alla Giunta. L’atto relativo al mondo dei più giovani è stato sottoscritto anche dalla collega Francesca Maletti, vicepresidente della Commissione Salute. Le consigliere regionali sottolineano la necessità di affrontare la problematica anche a fronte dei dati ben poco incoraggianti dell’Organizzazione mondiale della sanità, che certifica come oltre il 20% degli adolescenti soffra di disturbi mentali mentre il suicidio rappresenta la terza causa di morte fra i ragazzi. “Dall’inizio dell’emergenza sanitaria- specifica Marchetti- i dati ci confermano come gli adolescenti stiano soffrendo moltissimo e si moltiplicano le vittime di violenza, maltrattamenti e abusi, amplificati dalle conseguenze sociali ed economiche del Covid. La stessa Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Emilia-Romagna ha confermato come la pandemia abbia accentuato le diseguaglianze e questa situazione incide notevolmente sulla vita psichica individuale dei nostri giovani. Le chiusure delle scuole hanno poi comportato una riduzione di relazioni sociali fra i giovani, i quali hanno evidenziato in diverse forme l’aumento dello stress e dell’aggressività”. “In questo anno di pandemia abbiamo assistito ad un acuirsi delle fragilità in tutte le nostre comunità e i ragazzi non fanno purtroppo eccezione. – aggiunge la consigliera Maletti – Questa consapevolezza però deve farci lavorare ancora con più determinazione nell’attuazione del Piano Adolescenza e nel mettere in campo strumenti innovativi per affrontare questa nuova emergenza che sarà anche psicologica e sociale. Non possiamo permetterci di farci trovare impreparati”. Per la presidente Marchetti anche gli ultimi fatti di cronaca a livello nazionale, dalla morte della bimba di soli 10 anni a causa della sfida estrema su Tik Tok alle risse tra adolescenti, “emerge il bisogno di porre l’attenzione sui giovani e sul mondo che li circonda, al fine di prevenire l’aggravamento della situazione”. “Anche a Imola – conclude Marchetti – si è avuto un chiaro segnale di questo trend, dal momento che nei primi 9 mesi del 2020 sono oltre 1.600 i giovani che si sono rivolti allo ‘Spazio Giovani’ del consultorio dell’Ausl di Imola per avere supporto”. Proprio a fronte di questa situazione e in aggiunta al quesito principale, il Pd chiede anche all’esecutivo regionale “se vi siano ulteriori dati relativi agli accessi ai Consultori territoriali e ai Servizi per i giovani sui territori per avere un quadro esaustivo della situazione in Emilia- Romagna. Avere un quadro aggiornato della situazione è imprescindibile per analizzare, pensare e definire anche nuovi interventi in un’alleanza Istituzionale con tutti i servizi rivolti ai ragazzi attraverso il protagonismo dei ragazzi stessi ”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *