Diagonale verde, Fanti “Ora si prosegua fino alle frazioni”

Diagonale verde, Fanti “Ora si prosegua fino alle frazioni”
0 commenti, 02/01/2021, da , in Modena, slider

Il segretario del Circolo Pd Madonnina Gianluca Fanti fa il punto sul percorso partecipato che ha portato alle scelte attuali e guarda al futuro della cd. Diagonale verde. “Le frazioni di Cognento, Cittanova e Marzaglia sono molto popolose – commenta – prevedere un percorso ciclo – pedonale in sicurezza che possa congiungerle col centro e le stazioni, anche con un mezzo pubblico in sede propria, è la prossima sfida che attende la nostra città per essere sempre più vivibile”. Ecco la nota di Gianluca Fanti:

“Nell’ultima seduta del Consiglio comunale si è parlato di presunte criticità relative all’apertura del passaggio carrabile tra Via Don Zeno Saltini e Via Nobili. Come Circolo Pd abbiamo sollecitato e partecipato attivamente al percorso pubblico che ha portato alle attuali scelte, frutto di riflessioni che consideriamo ponderate e condivisibili. L’ultimo treno passò sulla Linea Storica a fine 2014 e già nel febbraio 2015 si organizzava la prima assemblea presso la Polisportiva Madonnina. Iniziò un lavoro di studio ed elaborazione, non solo a livello di uffici comunali, ma anche nel nostro Quartiere, coinvolgendo esperti e cittadini. Grazie all’acquisizione dell’area su cui insisteva il tracciato della Ferrovia si è potuto progettare la cd. Diagonale Verde che, raccordandosi con la ciclabile proveniente dalla stazione dei treni, passerà davanti al Cimitero di San Cataldo per attraversare tutto il quartiere fino ad arrivare al plesso scolastico di Via Galilei. In questo contesto sono state attentamente valutate tutte le possibili ricuciture, pedonabili, ciclabili e carrabili, che potessero riconnettere in modo efficace il quartiere col resto della città, superando la storica strozzatura sul cavalcavia. L’apertura del passaggio a nord, tra Via Breda e di Via Paolucci, ha già consentito di abbattere significativamente il traffico veicolare sul cavalcavia: restava però irrisolto il passaggio a sud. Tutte le questioni sono state affrontate dall’Amministrazione negli scorsi anni con un percorso partecipato e diverse assemblee pubbliche che hanno coinvolto centinaia di cittadini per arrivare a una proposta che tenesse insieme, oltre alla mobilità dolce e sostenibile, anche poche ma efficaci ricuciture carrabili. Si è quindi giunti al progetto definitivo che prevede l’apertura a senso unico tra Via Don Fiorenzi / Marco Polo e Via Rinaldi e quella a doppio senso tra Via Don Zeno Saltini e Via Nobili. Sono state esaminate le legittime perplessità di alcuni residenti sull’aumento di traffico che, soprattutto il secondo passaggio, avrebbe potuto comportare ma si è ritenuto che le dimensioni della strada e la relativa distanza delle case lo consentissero. L’Amministrazione si è comunque impegnata a effettuare le opportune verifiche dopo l’apertura della strada e, nel caso in cui l’uso fosse diverso da quello previsto, prendere gli opportuni provvedimenti. Ora è però tempo di progettare anche il futuro: la “Diagonale Verde” può e deve essere implementata, le frazioni di Cognento, Cittanova e Marzaglia sono molto popolose, prevedere un percorso ciclo – pedonale in sicurezza che possa congiungerle col centro e le stazioni ferroviaria e delle corriere, anche con un mezzo pubblico in sede propria, è la prossima sfida che attende la nostra città per essere sempre più vivibile”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *