Pd Vignola “Notiziario Comune, Corecom ravvisa violazione”

Pd Vignola “Notiziario Comune, Corecom ravvisa violazione”
0 commenti, 27/08/2020, da , in Dai Circoli

Il Corecom, a cui si era rivolto il Pd di Vignola denunciando la violazione da parte dell’Amministrazione guidata dal sindaco vicario Pasini della legge sulla par condicio in campagna elettorale, ha deliberato di trasmettere gli atti all’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni in quanto ravvisa la violazione dell’art. 9 della legge 28/2000 quella che vieta le comunicazioni istituzionali, se non in forma impersonale, nel periodo che va dalla convocazione dei comizi elettorali fino al voto. Ecco il commento del Pd di Vignola:

“A decidere le eventuali sanzioni sarà ora l’Agcom, l’Autorità garante per le garanzie nelle comunicazioni, ma il Corecom, il Comitato regionale di controllo sulle comunicazioni, ha deliberato il 26 agosto sulla base del nostro ricorso, ravvisando a carico dell’Amministrazione vignolese la violazione della legge. Come Pd di Vignola, avevamo segnalato il fatto che il giornalino istituzionale del Comune di Vignola, “Vignola informa”, pagato da tutti i contribuenti vignolesi, era stato confezionato come un materiale elettorale, con numerose foto del sindaco vicario candidato per la destra, ed era stato consegnato nelle case dei vignolesi quando già era in vigore il divieto stabilito proprio per evitare che la comunicazione istituzionale si traduca nei fatti in propaganda elettorale di una parte, per di più con le spese a carico di tutta la comunità. Fino a Ferragosto, tra l’altro, quel giornalino era rimasto sul sito del Comune e l’Amministrazione di destra lo ha tolto solo quando è intervenuto il Corecom, sempre su nostra segnalazione. E dire che Pasini, con la solita supponenza, aveva irriso alla nostra denuncia: davvero a destra sono convinti che a loro sia tutto permesso”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *