Sanità Area Nord, Silvestri e Negro “Non solo idee, ma anche risorse”

Sanità Area Nord, Silvestri e Negro “Non solo idee, ma anche risorse”
0 commenti, 11/12/2019, da , in Dai Circoli, slider

Il coordinatore Pd dell’Area Nord Simone Silvestri e il capogruppo Liste Civiche-Partito democratico in Consiglio dell’Unione Paolo Negro sottolineano con soddisfazione l’arrivo dei finanziamenti decisi dalla Regione Emilia-Romagna per il potenziamento dell’Ospedale di Mirandola e la realizzazione dell’Hospice dell’Area Nord. “La Lega ha riesumato il tema dell’ospedale unico baricentrico tra Carpi e Mirandola che significherebbe in prospettiva la chiusura dell’ospedale di Mirandola ed immediatamente l’allentamento del percorso del suo rafforzamento, altro che sua difesa – commentano Silvestri e Negro – Noi abbiamo tenuto il punto sul potenziamento, i risultati stanno venendo ed altri ci aspettiamo che arrivino a breve”. Ecco la loro nota:

“Il lavoro sull’ammodernamento e il rafforzamento del sistema socio-sanitario nell’area Nord svolto in questi mesi dal Gruppo consigliare Liste Civiche – Partito democratico in Unione, insieme ai sindaci e all’intero centrosinistra, sta portando frutti importanti. Dopo il Piano di potenziamento del sistema socio-sanitario dell’Area Nord e dell’Ospedale di Mirandola proposto dal Gruppo e dalle Liste civiche di Centrosinistra, presentato in Unione dei Comuni e già votato in cinque Comuni del territorio, e dopo il confronto determinato e fermo con la Regione, oggi arriva la buona notizia dei finanziamenti decisi dalla Giunta regionale. Oltre ai 24 milioni di euro già in programma per investimenti sulla sanità nel nostro territorio, con risorse statali e regionali si finanzieranno ulteriori interventi per più di 4 milioni di euro a favore del potenziamento dell’Ospedale di Mirandola e 1 milione di euro per la realizzazione a San Possidonio dell’Hospice dell’Area Nord e Carpi. Aggiungiamo il fatto che l’Ospedale di Mirandola è stato ristrutturato con quasi 25 milioni di euro per renderlo sicuro dal punto di vista sismico ed adeguato come struttura ospedaliera. Quindi oggi abbiamo una struttura adeguata ad accogliere le modifiche organizzative e gestionali che abbiamo proposto, oltre a spazi per progetti di potenziamento dell’Ospedale. Nei mesi passati si è sparso scetticismo a piene mani, dicendo che le risposte alla nostra proposta organica di investimento sul futuro dell’Ospedale di Mirandola non sarebbero arrivate: non è così. La Lega ha riesumato il tema dell’ospedale unico baricentrico tra Carpi e Mirandola che significherebbe in prospettiva la chiusura dell’ospedale di Mirandola ed immediatamente l’allentamento del percorso di rafforzamento del nostro Ospedale, altro che sua difesa. Noi abbiamo tenuto il punto sul potenziamento, i risultati stanno venendo ed altri ci aspettiamo che arrivino a breve. Confortati in questo dall’incontro coi cittadini, senza precedenti per capillarità, che stiamo promuovendo in tutti i nove comuni. E’ importante ricordare che, in questo momento, mentre in Emilia Romagna la Giunta regionale investe quasi 160 milioni di euro nel sistema sanitario su tutti i territori regionali, nella vicina Lombardia emergono furiose polemiche nei confronti della Giunta regionale a guida leghista per la mancanza di investimenti negli Ospedali periferici con la richiesta di alcuni territori di passare sotto l’amministrazione della Regione Emilia Romagna. Ora avanti con determinazione e in tempi stretti nella realizzazione degli interventi finanziati e concordati tra l’Unione e la Regione dopo le tante iniziative di confronto con i cittadini che si sono svolte in questi mesi”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *