Terre Castelli, Covili e Pesci “Bene finanziamento per redazione Paesc”

Terre Castelli, Covili e Pesci “Bene finanziamento per redazione Paesc”
0 commenti, 19/08/2019, da , in Dai Circoli

Il coordinatore Pd Terre di Castelli Federico Covili e il capogruppo del Centrosinistra per le Terre di Castelli in Consiglio dell’Unione Niccolò Pesci commentano con soddisfazione il finanziamento regionale di 60mila euro che, grazie all’impegno di amministratori e tecnici della struttura, si è riusciti ad ottenere per la redazione del Paesc, piano energia e clima previsto dal nuovo Patto dei sindaci. Ecco le loro dichiarazioni:

“Mi congratulo con la Giunta dell’Unione Terre di Castelli, in particolare l’assessorato all’Ambiente, e con la struttura tecnica dell’Unione per essere riusciti ottenere un sostanzioso finanziamento (60.000 euro) che verrà impiegato per la redazione del Piano energia e clima previsto dal nuovo Patto dei sindaci”. A scriverlo è Federico Covili, coordinatore del Partito democratico nell’Unione Terre di Castelli, a proposito della graduatoria recentemente approvata dalla Regione Emilia-Romagna che assegna i contributi richiesti da Comuni e Unioni per sostenere l’adesione al Patto dei sindaci. “Si tratta di un tema fondamentale per il futuro dei nostri territori, che impatta e impatterà in maniera sempre più decisiva sulla vita di tutti noi. È indispensabile che le comunità locali inizino subito a lavorare su un orizzonte di lungo periodo per attivare passi concreti in direzione di una sempre maggiore sostenibilità del nostro stile di vita e del nostro modello di sviluppo. Come Partito democratico seguiremo l’evolversi del piano e delle politiche energetiche e ambientali di area vasta mediante uno specifico tavolo politico, che ha già svolto il suo primo incontro”.

“Voglio ringraziare il presidente, l’assessore all’Ambiente, i tecnici dell’Unione e tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto, oggi come in passato – gli fa eco Niccolò Pesci, capogruppo del Centrosinistra per le Terre di Castelli in Consiglio d’Unione – Il contributo assegnatoci garantisce le risorse necessarie per procedere speditamente verso la redazione e adozione di un organico Piano d’azione energia e clima, strumento indispensabile per centrare gli obiettivi fissati dal nuovo Patto dei sindaci. Dopo l’adesione formale al patto, avvenuta lo scorso aprile e approvata all’unanimità dal Consiglio dell’Unione, si compie ora un passo concreto nel percorso di elaborazione e implementazione del piano. Adesso ci aspetta un lavoro impegnativo, ma determinante per il futuro: lo scopo del piano è infatti quello di coinvolgere le comunità locali in iniziative per ridurre le emissioni di CO2 del 40% entro il 2030, accrescendo al contempo la propria resilienza ai cambiamenti climatici. Un percorso difficile, ma che dobbiamo saper intraprendere per il bene delle future generazioni”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *