L’IC Berti di Prignano porta la memoria di Franco Cesana in Regione

L’IC Berti di Prignano porta la memoria di Franco Cesana in Regione
0 commenti, 23/05/2019, da , in Dalla Regione

In mattinata i ragazzi dell’IC Berti di Prignano hanno fatto visita alla sede dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, a Bologna, accolti dai consiglieri regionali Pd Luciana Serri ed Enrico Campedelli. “Sono molto felice che la scuola abbia accettato il mio invito a farci visita in Assemblea – ha commentato Luciana Serri – ho potuto assistere alla presentazione del loro progetto su Franco Cesana qualche mese fa e ho trovato estremamente efficace la vicinanza territoriale e anagrafica del giovane partigiano ai giovani che ho potuto rincontrare questa mattina”.

La visita in mattinata dei ragazzi dell’IC Berti di Prignano ha affollato i banchi dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna. Il percorso progettuale conCittadini, rivolto alle scuole, agli enti locali, alle associazioni e istituzioni del territorio emiliano-romagnolo, propone alle realtà giovanili organizzate e strutturate, nonché agli adulti interessati, di aderire a forme di incontro e scambio con le istituzioni locali e regionali, arricchendo le progettualità sul territorio rivolte ai giovani. Un modo per avvicinare le giovani generazioni alle istituzioni democratiche e al loro funzionamento, un momento per dialogare con i rappresentanti modenesi eletti nelle fila dell’Assemblea Legislativa. Erano infatti presenti i consiglieri regionali Luciana Serri e Enrico Campedelli che hanno potuto ascoltare gli interventi dei ragazzi anche sul progetto stimolato da Walter Telleri “Dalle leggi razziali al sacrificio di Franco Cesana”. La memoria di Franco Cesana, un loro coetaneo cacciato da scuola a causa delle leggi razziali, poi morto a soli 13 anni durante la Resistenza a causa di una rappresaglia tedesca, ha stimolato riflessioni profonde da parte dei ragazzi che hanno sottolineato la soddisfazione nell’aver conosciuto una parte di storia importante e molto sentita perché contestualizzata nel proprio territorio, l’Appennino modenese. “Sono molto felice che la scuola abbia accettato il mio invito a farci visita in Assemblea – ha commentato Luciana Serri – ho potuto assistere alla presentazione del loro progetto qualche mese fa e ho trovato estremamente efficace la vicinanza territoriale e anagrafica del giovane partigiano ai giovani che ho potuto rincontrare questa mattina. La democrazia è un concetto che abbiamo bisogno di approfondire costantemente, partendo proprio dalla Resistenza che ha avvicinato tutte le compagini sociali e politiche verso l’obiettivo comune della liberazione del nostro Paese dalla dittatura. Vivere esperienze dirette, sedere tra i banchi dell’Assemblea Legislativa della nostra Regione, ha il senso profondo di fare sentire i giovani parte della democrazia come cittadini attivi. L’auspicio è quello di continuare questo progetto in collaborazione con le scuole per promuovere i valori portanti della democrazia tra le giovani generazioni”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *