Liotti “Democratiche a Verona per dire no al forum sessista”

Liotti “Democratiche a Verona per dire no al forum sessista”
0 commenti, 22/03/2019, da , in Modena, slider

Anche Modena si mobilita per partecipare sabato 30 marzo alla manifestazione veronese contro il Congresso Mondiale delle Famiglie. Lo annuncia la consigliera comunale di Modena Caterina Liotti. La Conferenza delle democratiche dell’Emilia-Romagna sta infatti organizzando un viaggio in pullman a Verona: chi è interessato a partecipare deve comunicarlo entro lunedì 25 marzo.

Dal 29 al 31 marzo 2019 si terrà a Verona il Congresso Mondiale delle Famiglie. I relatori sono esponenti di movimenti di destra sessisti, omofobi, razzisti e antifemministi e del mondo cattolico più integralista e oscurantista (tra cui il russo Dmitri Smirnov, presidente della Commissione patriarcale per la famiglia e la maternità) che ripropongono un modello di famiglia basato sul ruolo domestico delle donne. Nel programma è prevista la presenza dei ministri Matteo Salvini, Lorenzo Fontana e Marco Bussetti. L’appuntamento ha avuto anche i patrocini del Ministero della Famiglia e la disabilità, della Regione Veneto e della Provincia di Verona. Migliaia le firme in calce a diverse petizioni di denuncia dell’impostazione del Convegno e dei suoi relatori, nonché dei patrocini istituzionali concessi, che, però, purtroppo non hanno sortito alcun effetto. Hanno preso le distanze dal convegno autorità ecclesiastiche cattoliche, l’avvocata rotale Michela Nacca e il capogruppo della Lega in Consiglio comunale Mauro Bonato, che si è dimesso a seguito di questa vicenda. Per questo le donne di Verona dei partiti della sinistra e dei sindacati e dell’associazionismo hanno organizzato per sabato 30 marzo diverse iniziative tra cui alle ore 10 l’incontro pubblico presso il cinema K2 “Libere di scegliere” con Martina dell’Ombra (co-conduttrice degli Stati Generali delle donne), Susanna Camusso, Livia Turco, Lucia Annibali, Monica Cirinnà, Laura Boldrini, Lella Costa, Cristina Simonelli, presidente del coordinamento teologhe italiane, e altre ospiti in via di definizione. Alle ore 13.00 ci sarà un flash mob per la libertà sul ponte di Castelvecchio. Alle 14.30 parte un corteo dalla stazione di Verona organizzato dai movimenti femministi.
La consigliera comunale Pd Caterina Liotti annuncia le iniziative di mobilitazione che riguardano anche le democratiche modenesi: “Per condannare con forza i contenuti che il convegno intende promuovere, ma anche le adesioni istituzionali dei Ministeri, le Conferenze delle donne del Pd del Nord Est, dell’Emilia Romagna, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia hanno aderito al Convegno e al Flash Mob previsti per sabato 30 marzo a Verona, auspicando un’ampia partecipazione di iscritte e iscritti. Anche Modena deve dire no con forza a questa regressione inaccettabile. La Conferenza delle democratiche dell’Emilia Romagna sta organizzando il viaggio in pullman a Verona per poter partecipare agli eventi. Vogliamo essere in tante e in tanti, la mobilitazione è necessaria e urgente.”
Chi è interessato a partecipare è pregato di comunicarlo, entro e non oltre lunedì 25 marzo a: organizzazione@pder.it, 051/0392661, 339/4958968, per definire luoghi e orari di partenza, che vi saranno comunicati insieme alla indicazione del costo.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *