Pd Formigine “I 5stelle cercano di intestarsi meriti che non hanno”

Pd Formigine “I 5stelle cercano di intestarsi meriti che non hanno”
0 commenti, 08/03/2019, da , in Dai Circoli, slider

La tangenziale sud si farà con i soldi europei: il Pd di Formigine smentisce il sottosegretario Dell’Orco che ne rivendica la paternità al Ministero delle Infrastrutture. Ecco la nota del Pd di Formigine:

“Quando hai grosse difficoltà ad amministrare e non hai idee a livello locale, l’unico modo è provare ad intestarti i meriti frutto delle capacità altrui, anche a rischio di brutte figure. Il 5 marzo il Comune di Formigine ha presentato il progetto esecutivo della tangenziale sud, una strada a due corsie lunga poco più di un kilometro, che collegherà direttamente la svincolo di “ponte fossa” della Modena-Sassuolo con la zona artigianale a sud di Formigine, riducendo significativamente il traffico di attraversamento di auto e camion da Formigine e Casinalbo. Sono passati pochi giorni e leggiamo che il sottosegretario non eletto in parlamento Michele dell’Orco ne rivendicherebbe dalla sua pagina facebook il merito, in quanto i soldi sarebbero del Ministro Toninelli e loro avrebbero sbloccato l’opera. Crediamo che il sottosegretario prima di fare la sua comunicazione non abbia parlato coi tecnici del Ministero ed i suoi colleghi di partito a Formigine. Dell’Orco scrive oggi che “sono state impegnate risorse pubbliche per migliorare realmente la vita dei cittadini” mentre il consigliere Cipriano auspicava, il 31 maggio 2017, che i fondi fossero dirottati su progetti di mobilità alternativa con tanto di hashtag #stopdistruzionedelterritorio. In realtà Dell’Orco pensava di intestarsi la paternità dell’opera ma i tecnici del Ministero saranno ora costretti a spiegargli che la tangenziale sud è stata finanziata quando Toninelli e Dell’Orco non erano al Governo (delibera CIPE del 1 dicembre 2016). I Fondi (5 milioni e 400 mila euro) non sono del Ministero delle Infrastrutture ma Fondi Strutturali Comunitari, cioè soldi Europei (di quell’Europa che per loro è un male e di cui invece noi abbiamo cercato di sfruttare le opportunità). La programmazione dei fondi non è competenza del Ministero. E’ stata fatta dalla Regione Emilia-Romagna e l’opera è realizzata direttamente dal Comune. Il Comune ha gestito e concluso il 3 novembre 2017 la conferenza servizi per acquisire pareri e autorizzazioni, l’8 marzo 2018 ha approvato il progetto esecutivo, ha gestito le procedure espropriative e il 5 marzo 2019 è stato approvato il progetto esecutivo. Una gara pubblica gestita dall’Unione dei Comuni individuerà l’impresa esecutrice. L’opera, pianificata in accordo con cittadini, associazioni di categoria e sindacati, dovrà essere realizzata nei prossimi 14 mesi. Da Roma non hanno fatto né sbloccato nulla, perché non hanno competenza in merito e non c’era niente da sbloccare. Pensare che il candidato Sindaco 5 stelle nella scorsa campagna elettorale fosse contro l’opera mentre oggi, secondo il sottosegretario, è “utile alla popolazione e al territorio” ci rende contenti, ma ci conferma un modo ciarliero e irresponsabile di fare politica dove tutto si può dire pensando al proprio torna conto immediato e al post del giorno. Con questa presa di posizione sulla tangenziale sud si svela il loro imbroglio più grande che abbiamo sperimentato in questi anni: voler far credere di rappresentare tutto e il contrario di tutto, senza avere una visione del bene comune, la capacità di fare progetti a lunga scadenza, di saperli spiegare, condividere, a volte difendere. E’ la differenza tra modo inclusivo e non divisivo di amministrare che poi porta tanti, anche dei 5 stelle, a darti ragione. A partire dal loro sottosegretario”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *