Ponte Alto, dal 22 febbraio al 31 marzo torna la Festa di primavera

Ponte Alto, dal 22 febbraio al 31 marzo torna la Festa di primavera
0 commenti, 20/02/2019, da , in Modena, slider

L’ex ministro dell’Interno Marco Minniti, i candidati alla segreteria nazionale Nicola Zingaretti e Maurizio Martina, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli: sono solo alcuni degli ospiti che parteciperanno alla Festa di primavera che apre i battenti venerdì 22 febbraio, a Ponte Alto, organizzata dai Circoli del Partito democratico e dai Giovani democratici della città di Modena.

Venerdì 22 febbraio prende il via la tradizionale Festa di primavera, organizzata dai Circoli del Partito democratico e dai Giovani democratici della città di Modena. La Festa sarà ospitata nei capannoni dell’area di Ponte Alto e sarà in funzione nel fine settimana (venerdì e sabato sera e domenica a mezzogiorno) fino a domenica 31 marzo. “Ancora una volta dobbiamo ringraziare i nostri volontari – spiega il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolamasi – perché grazie al loro impegno e alla loro passione siamo in grado di organizzare un appuntamento politico-conviviale che è divenuto ormai tradizionale per la nostra città. Quest’anno, poi, con le elezioni amministrative di maggio, la Festa assume un valore ancora più importante di incontro e partecipazione. Una festa per tutti i modenesi, per chi, come noi, vuole costruire l’alternativa al Governo giallo-verde”. Venerdì 22 febbraio la Festa sarà tenuta a battesimo dai segretari regionale, provinciale e cittadino del Pd Paolo Calvano, Davide Fava e Andrea Bortolamasi e dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli (ore 19.30). Sempre venerdì, attorno alle 20.30, è atteso l’ex ministro dell’Agricoltura e candidato alla Segreteria nazionale Pd Maurizio Martina. La sera di venerdì 1° marzo sarà alla Festa l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti. Ancora in corso di definizione le date degli incontri con l’altro candidato alla Segreteria nazionale Nicola Zingaretti e con il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che saranno alla Festa nel corso di due specifiche iniziative. La data dell’incontro con il deputato Piero Fassino dipende dalla disponibilità del parlamentare che, com’è noto, ha riportato lesioni in seguito a un tamponamento stradale. E’ già stata fissata, invece, quella del pranzo popolare con il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli programmato per domenica 17 marzo. Domenica 24 marzo iniziativa con il consigliere regionale Giuseppe Boschini. Anche i Giovani democratici della città di Modena hanno organizzato alcune iniziative: si comincia sabato 9 marzo quando si terrà l’Assemblea regionale dei Giovani democratici con la partecipazione dell’europarlamentare Cécile Kyenge. Domenica 17 marzo, invece, è in programma un aperitivo con Enza Rando, vicepresidente nazionale di Libera, e i ragazzi del presidio modenese dell’associazione impegnata nel contrasto alle mafie. Per tutta la durata della Festa sarà in funzione il ristorante specializzato in piatti di pesce e della tradizione emiliana. Il venerdì e il sabato sera al Dancing Rififì balli di gruppo e liscio con le orchestre più conosciute. Appuntamenti speciali, infine, sabato 9 marzo quando, grazie ai Gd modenesi, si terrà la seconda edizione del Contest musicale “Game of music – la lotta per il trono della musica”; domenica 10 marzo quando il gruppo musicale “La Tribanda” proporrà musiche popolari e venerdì 15 marzo quando i “Martini and the olives” presenteranno un programma di rock’n roll, boogie woogie e dance.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *