Sisma, Pd Area Nord “Su ricostruzione non si prenda in giro territorio”

Sisma, Pd Area Nord “Su ricostruzione non si prenda in giro territorio”
0 commenti, 02/10/2018, da , in Dai Circoli, slider

“Non possiamo più aspettare”: a due settimane dall’adozione da parte del Consiglio dei ministri della Legge di stabilità, i segretari di Circolo e i referenti del Partito democratico dell’Area Nord denunciano tutta la preoccupazione dei territori del cratere sismico per la mancanza di qualsiasi notizia riguardante la possibile approvazione delle misure e delle proroghe necessarie al prosieguo della ricostruzione post-sisma. Ecco la loro nota comune:

“I parlamentari e i sottosegretari gialloverdi del territorio hanno assicurato per mesi che sarebbero state approvate, dal Governo e dal Parlamento, tutte le misure richieste dal cratere: le aree e le comunità più colpite dal sisma del maggio 2012. E’ passato un mese dall’incontro con i sindaci dell’Area Nord e con l’assessore regionale con delega alla Ricostruzione post sisma Palma Costi. In quell’occasione, il sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi (MS5) si era almeno impegnato a fissare un incontro con il sottosegretario del Governo che si occupa dell’argomento. Oggi gioiscono per un emendamento accolto, ovvero l’impignorabilità delle somme, misura già richiesta da mesi dalla Regione Emilia-Romagna, dimenticandosi di tutti gli altri necessari, tra i quali la proroga del pagamento IMU da parte dei cittadini, per gli immobili inagibili, e i relativi trasferimenti delle risorse ai Comuni per il mancato gettito, unitamente alla proroga del pagamento dei mutui degli Enti locali. Ci prende in giro? Come è possibile che in un mese di tempo non sia riuscito neppure a fissare l’incontro promesso? E’ così che i rappresentanti del Governo gialloverde intendono collaborare con sindaci e Regione Emilia Romagna? Quali sono le misure concrete che verranno inserite nella Legge di stabilità? O nella lista di priorità il terremoto in Emilia non è neppure presente? Chi si assumerà la responsabilità di queste (mancate) scelte?

Qui non si sa nulla. Non lo sanno neppure i sindaci vicini al nuovo Governo. E così il Comitato istituzionale e il Commissario delegato chiederanno un incontro alla Presidenza del Consiglio. La preoccupazione aumenta. I nostri territori e le comunità meritano rispetto e l’attenzione dovuta da parte del Governo nazionale. E noi non saremo soddisfatti finché non saranno approvate tutte le misure richieste dai Consigli comunali del cratere. E continueremo a stimolare le forze politiche che hanno responsabilità di governo, affinché mantengano fede ad impegni presi e alle promesse fatte. Mancano solo due settimane all’approvazione in Consiglio dei ministri della Legge di stabilità, speriamo non sia già tardi. In alcuni Comuni, se non saranno inserite le norme promesse, si andrà in esercizio provvisorio. Sono impegni e promesse di cui necessitano i cittadini terremotati di ogni colore politico. Non possiamo più aspettare”.

Cavicchioli Gianni – segretario Pd Cavezzo

Balboni Andrea – segretario Pd San Felice sul Panaro

Gozzi Andrea – segretario Pd Mirandola

Ratti Andrea – capogruppo Pd Finale Emilia

Calzolari Sandra – referente Pd Camposanto

Casari Carlo – segretario Pd San Possidonio

Calciolari Alberto – segretario Pd Medolla

Bosi Michele – segretario Pd Concordia

Pirazzoli Luca – segretario Pd San Prospero

Papotti Matteo – capogruppo Pd Unione dei Comuni Area Nord

Silvestri Simone – coordinatore Pd Area Nord

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *