Ponte Alto, mercoledì 29 agosto il primo open space technology

Ponte Alto, mercoledì 29 agosto il primo open space technology
0 commenti, 28/08/2018, da , in Segreteria, slider

Il programma di mercoledì 29 agosto, alla Festa provinciale de l’Unità di Ponte Alto, si apre alle 18.30 con il primo open space technology dedicato al Futuro. Alle 21.30, al Palaconad, si parla di cooperazione agroalimentare con, tra gli altri, l’assessore regionale all’Agricoltura Simona Caselli. All’Arena sul lago, dalle ore 21.30, i Modena City Ramblers in concerto (ingresso gratuito).

La sera di mercoledì 29 agosto, alla Festa provinciale de l’Unità di Modena, in corso di svolgimento nell’area di Ponte Alto, è in programma il primo dei due open space technology, una delle novità di questa edizione 2018. Il titolo dell’iniziativa è “Sul Futuro non si fanno i conti senza l’O.S.T”. L’open space technology è un percorso di approfondimento pubblico partecipato dal basso, che la Segreteria provinciale del Pd modenese ha costruito affinché i partecipanti possano esprimere le proprie idee e sentimenti e possano suggerire anche possibili soluzioni. L’inizio è fissato per le ore 18.30: l’iniziativa si tiene presso il Palaconad. Sempre al Palaconad, ma dalle ore 21.30, è in programma un incontro pubblico dal titolo “Il ruolo della cooperazione agricola nel comparto agroalimentare”. Ne parleranno il vicepresidente di Cantine Riunite Civ&Civ Claudio Biondi, il presidente di Consorzio Granterre e Parmareggio Ivano Ghezzi, Adriano Aldrovandi, presidente di Fruit Modena Group, l’assessore regionale all’Agricoltura Simona Caselli e la consigliera regionale Pd Luciana Serri. Coordina Carlo Piccinini, vice-coordinatore di Alleanza Cooperative Italiane di Modena.

Per la pagina degli spettacoli, l’Arena sul lago ospita una delle band più amate dal pubblico della Festa: i Modena City Ramblers. Alle ore 21.30, l’apertura del concerto è affidata Mr. Kenzo e i Latitanti, un giovane rapper modenese che con la sua band si sta affacciando sulla scena musicale nazionale. A seguire si esibiranno i Modena City Ramblers, impegnati nel tour 2018 “Sulla strada, controvento”, con uno spettacolo live nel corso del quale la storica folk band emiliana proporrà alcuni brani estratti dall’ultimo album, alternati ai loro grandi classici. I Modena City Ramblers nascono nel 1991 come gruppo di folk irlandese. Nel 1994 esce il loro primo album, RIPORTANDO TUTTO A CASA. Nel 1996 arriva nei negozi il secondo album, LA GRANDE FAMIGLIA, in cui il folk suonato con attitudine punk si contamina con il rock. Nel 1997 il terzo album, TERRA E LIBERTA’, mentre il gruppo continua un’intensa attività dal vivo. Nel 1998 i Modena City Ramblers realizzano RACCOLTI, album dal vivo completamente acustico registrato in un pub emiliano. L’album seguente, FUORI CAMPO, è pronto all’inizio dell’estate del 1999. Dopo un rimaneggiamento nella formazione si tiene il tour “Gang City Ramblers”, assieme ai Gang, seguito dall’uscita dell’album RADIO REBELDE. Dopo MODENA CITY REMIX e VIVA LA VIDA, MUERA LA MUERTE (2003 e 2004) nel 2005 i Modena City Ramblers pubblicano APPUNTI PARTIGIANI: poco dopo il cantante Stefano “Cisco” Bellotti lascia il gruppo, che decide di tornare a una originale formazione a doppio vocalist, come ai suoi inizi. I nuovi elementi sono Davide “Dudu” Morandi e Betty Vezzani, e con loro il gruppo riprende l’attività live. Il nuovo disco, DOPO IL LUNGO INVERNO, viene pubblicato nel 2006. Nel 2007 muore in un incidente stradale il chitarrista del gruppo, Luca Giacometti. BELLA CIAO – ITALIA COMBAT FOLK FOR THE MASSES, sorta di best of con brani riarrangiati pensato per il mercato estero, esce nel 2008. Nel 2011 esce invece SUL TETTO DEL MONDO, a vent’anni dalla formazione del gruppo. Nel 2012 viene pubblicato il nuovo disco BATTAGLIONE ALLEATO. Nel 2013 esce il nuovo capitolo discografico, NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE, un doppio a cui segue un tour. Seguono, nel 2015 e 2017 i dischi TRACCE CLANDESTINE e MANI COME RAMI, AI PIEDI RADICI. Il concerto è a ingresso libero. A seguire, nello Spazio Arci La Buca, dj Ueda.

Per gli amanti dei ritmi latinoamericani, lo spazio El Baile, a partire dalle ore 21.45 offre una scuola gratuita di balli latinoamericani grazie ai maestri della scuola del Circolo Havana Cola, poi todos a la pista con Havana Cola e Circolo Florida Staff.

Allo spazio Diari di viaggio, dalle ore 21.30, Bruno Rabboni e Tonino Bulgarelli presentano “Vietnam – Le etnie del nord, Mandarin Road e il delta del Mekong”.

L’attività all’area gioco-sport-divertimento, gestita da Csi, Staff Oplà, Uisp e I Burattini della Commedia dell’arte, inizia alle ore 20.30. All’Arena giocosa sono in programma gioco libero e giochi per bambini. All’Arena sportiva, istruttori ed educatori qualificati di Hello Dog-Csi Cinfofilia presentano un programma di “agility dog”, l’attività è a ingresso libero e gratuito.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *