Intimidazioni, Fava “Solidarietà a Cècile, trovare i responsabili”

Intimidazioni, Fava “Solidarietà a Cècile, trovare i responsabili”
0 commenti, 14/04/2018, da , in Segreteria

Il segretario provinciale del Pd Davide Fava condanna con fermezza l’azione vandalica e intimidatoria che ignoti hanno perpetrato, nella notte, ai danni dell’abitazione dell’europarlamentare modenese del Pd Cècile Kyenge, ex ministro dell’Integrazione nel Governo Letta. Ecco la sua dichiarazione:

“Desidero innanzitutto esprimere, a nome di tutto il partito modenese e mio personale, solidarietà e vicinanza alla nostra europarlamentare Cècile Kyenge. Ignoti, nella notte, si sono introdotti nel cortile della sua abitazione vandalizzandone le pareti. Si tratta chiaramente di un gesto intimidatorio nei confronti del lavoro di Cècile e di disprezzo dei valori di integrazione e inclusione che, prima come ministro e ora come europarlamentare, continua a difendere con convinzione e capacità. Il clima di odio sociale, prevalentemente alimentato sui social media, ora sta, purtroppo, tracimando anche nella realtà quotidiana, forse rafforzato dalla vittoria alle elezioni politiche di forze che, non di rado, hanno assunto posizioni dichiaratamente razziste e xenofobe. Cècile Kyenge, per il suo impegno e per la sua storia, è diventata un simbolo e, colpendo lei, si colpiscono quelle idee di comunità solidale e inclusiva che come Partito democratico abbiamo sempre proclamato e continueremo a perseguire. Siamo, pertanto, vicini a Cècile e ai suoi familiari e condanniamo con fermezza questi gesti barbari e intimidatori. Confermiamo la nostra fiducia nel lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura nell’auspicio che riescano al più presto, e senza indugio, a individuare e punire i responsabili di un atto così vile e odioso”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *