Openpolis, il sen. Vaccari al 19esimo posto per produttività

Openpolis, il sen. Vaccari al 19esimo posto per produttività
0 commenti, 16/02/2018, da , in Dai parlamentari

Il senatore modenese Stefano Vaccari, capogruppo Pd in Commissione Ambiente e componente della commissione parlamentare Antimafia, si posiziona al 19esimo posto assoluto nel monitoraggio sulla produttività dei senatori nella XVII Legislatura stilato dall’agenzia Openpolis. Ecco la sua dichiarazione:

“Sono particolarmente soddisfatto del risultato assegnatomi nella graduatoria messa a punto dall’agenzia Openpolis che ha provato a misurare la produttività dei singoli parlamentari nel corso dell’intera XVII Legislatura. Occupo il 19esimo posto assoluto, sui 315 senatori totali, con un indice di produttività personale di 692,95 punti, decisamente al di sopra della media parlamentare. E’ chiaro che è molto difficile quantificare la “produttività” di un parlamentare, perché molto dipende dal ruolo che ricopre. I presidenti di Commissione, infatti, ad esempio, sono molto avvantaggiati. A maggior ragione, quindi, il mio risultato mi rende particolarmente orgoglioso. Come capogruppo Pd in Commissione Ambiente ho avuto l’opportunità di occuparmi di tanti temi, molti dei quali particolarmente sentiti anche sul nostro territorio, come testimoniano il provvedimento sui Piccoli Comuni o quello sui parchi e le aree protette. Ho avuto l’opportunità, poi, di seguire come relatore tutto il percorso parlamentare del Collegato Ambientale. Ho presentato disegni di legge, emendamenti (in particolare tutti quelli relativi alla ricostruzione post-sisma), interrogazioni e mozioni. Questa intensa attività è stata riconosciuta e, ora, come candidato alle prossime elezioni politiche nel collegio uninominale di Cento, rappresenta il mio bagaglio di competenze e risultati ottenuti da cui ripartire in vista della prossima Legislatura”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *