Volontari e incassi, Bosco Albergati in linea con l’anno scorso

Volontari e incassi, Bosco Albergati in linea con l’anno scorso
0 commenti, 08/08/2017, da , in Dai Circoli

Si è conclusa, la sera di lunedì 7 agosto, con un buon successo di presenze e di introiti la Festa de l’Unità di Bosco Albergati, organizzata dai Circoli Pd di Castelfranco Emilia, San Cesario e Calcara. Ecco un primo bilancio della manifestazione.

Con il tradizionale spettacolo di fuochi artificiali ha chiuso i battenti, la sera di lunedì 7 agosto, la Festa de l’Unità di Bosco Albergati, località al confine tra Modena e Bologna. “Siamo soddisfatti – commenta il segretario del Pd di Castelfranco Emilia Matteo Benuzzi – la Festa è andata bene, peccato per questa ultima settimana di grande caldo che ha interrotto un trend di crescita che ci aveva fatto sperare in un risultato inaspettato”. I numeri degli incassi sono chiari. Nel 2016, anno in cui si era registrata una crescita di presenze e di introiti, la Festa aveva incassato un milione e 255mila euro, però con una serata di attività in più (con il segretario Renzi) e un ristorante in più rispetto al 2017. Quest’anno la Festa chiude, quindi, bene, con entrate complessive pari a un milione e 192mila euro. Molto buone anche le presenze, pur un po’ penalizzate nell’ultima settimana di caldo insostenibile: sono passate dalla Festa, sulla base del calcolo dei biglietti dei parcheggi, ben 95mila persone. “Già da subito la Festa aveva registrato un trend costante di crescita che ci aveva piacevolmente sorpresi – aggiunge Moris Saguatti, responsabile allestimento della Festa – a conferma che le novità introdotte in questi ultimi anni, soprattutto quelle pensate per le famiglie, hanno raccolto il gradimento dei nostri visitatori. Da martedì scorso, il rialzo inclemente delle temperature ha finito con erodere il vantaggio che avevamo accumulato. A conferma di quanto incida il clima, nella serata di chiusura, con una temperatura più gradevole, abbiamo di nuovo fatto il pienone, come capita solo il sabato sera”. Anche le vicissitudini politiche attraversate dal partito nell’ultimo anno non hanno inciso sulla capacità organizzativa della Festa: il sabato sera, momento di maggior afflusso di visitatori, la Festa ha visto una media di 400/420 volontari al lavoro, tra cui ricomincia a crescere la presenza di giovani, compresi il gruppo organizzato dei Gd. “Dobbiamo ringraziare innanzitutto i nostri volontari per il fatto che, anche quest’anno, la Festa si è confermata punto di incontro, confronto, e convivialità – conferma Matteo Benuzzi – Le iniziative politiche sono state, mediamente, molto partecipate, sia quelle con ospiti nazionali come il segretario del Pd Matteo Renzi e i due ministri Orlando e Poletti, ma anche quelle incentrate sui temi locali, come, ad esempio, le politiche per la salute, a dimostrazione che c’è ancora voglia di discutere e approfondire”. Tra le novità introdotte nell’edizione 2017 della Festa, buon successo di pubblico hanno registrato l’adventure park e la piccola fattoria degli animali, come anche l’escape room. Le preferenze culinarie dei presenti si sono indirizzate, prevalentemente, verso un’offerta gastronomica di qualità, mentre la Balera sembra vivere una fase di stanca. “Faremo tesoro delle indicazioni arrivateci dai nostri visitatori – conclude Moris Saguatti – per tornare, il prossimo anno, con una proposta ancora migliorativa”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *