Baracchi e Bortolamasi “Buon lavoro all’assessora Guadagnini”

Baracchi e Bortolamasi “Buon lavoro all’assessora Guadagnini”
0 commenti, 08/05/2017, da , in Modena, slider

La capogruppo Pd in Consiglio comunale a Modena Grazia Baracchi e il segretario cittadino del Pd e consigliere comunale Andrea Bortolamasi augurano buon lavoro alla nuova assessora del Comune di Modena Irene Guadagnini:

“Desideriamo dare il benvenuto nella squadra che guida l’Amministrazione cittadina alla nuova assessora Irene Guadagnini. Le sue esperienze come consigliera nel Quartiere 1, nel mondo dell’associazionismo culturale e il suo impegno a favore dei diritti delle donne, siamo sicuri, saranno preziose nel suo nuovo incarico, viste le deleghe assegnatele dal sindaco Muzzarelli. Ringraziamo, inoltre, tutti gli assessori della Giunta per la disponibilità, ancora una volta dimostrata, a rimettersi in gioco e ripartire con nuovo slancio e rinnovate energie per affrontare la seconda parte della legislatura. Un ringraziamento particolare, infine, all’ormai ex assessore Tommaso Rotella per la proficua collaborazione, per le competenze e il tempo che ha voluto mettere a disposizione della nostra città. Per quanto di nostra competenza, assicuriamo massima collaborazione per mantenere un dialogo costante tra Giunta e Gruppo consiliare e affrontare insieme, e al meglio, i tanti progetti al servizio della comunità modenese. Il Pd è il perno della coalizione di centro-sinistra, condizione che si realizza nel dialogo con tutte le forze di maggioranza e, naturalmente, nella reciproca responsabilità. Il nostro impegno è, e rimane, quello di lavorare per la realizzazione del programma per cui gli elettori ci hanno consegnato il loro mandato a governare, in modo responsabile verso la città. La Giunta così rinnovata, siamo certi, contribuirà a dare gambe e respiro ai progetti e alle azioni da mettere in campo”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *