Novi, Giulia Olivetti candidata sindaco della lista civica di Centrosinistra

Novi, Giulia Olivetti candidata sindaco della lista civica di Centrosinistra
0 commenti, 13/03/2017, da , in Dai Circoli

Il centrosinistra a Novi di Modena sostiene Giulia Olivetti quale candidata sindaco alle elezioni amministrative di primavera. E’ stato un percorso lungo quello che ha portato a delineare le caratteristiche del candidato: il Partito democratico e Sinistra italiana hanno coinvolto cittadini e associazioni di volontariato ed è nato un gruppo che sta lavorando da mesi per tracciare il nuovo programma di legislatura. Di questo gruppo fanno parte anche cittadini non appartenenti ad alcun partito, che provengono dal mondo del volontariato, che rappresentano il mondo del lavoro, portando professionalità, competenza, sensibilità e che vivono il nostro Comune. Sono stati fatti incontri e si sono create relazioni che hanno espresso un giudizio generale positivo sul lavoro svolto dall’Amministrazione uscente, senza nascondere quelle criticità che dovranno trovare soluzioni nuove e innovative. La dichiarazione congiunta dei direttivi di Pd e Sinistra Italiana e quella di Giulia Olivetti:

PARTITO DEMOCRATICO E SINISTRA ITALIANA: “I nostri partiti, sostenendo in modo unitario questo candidato, vogliono proporre ai cittadini un’idea di investimento sul futuro e parallelamente di garanzia per tutto il lavoro che sarà ancora da fare sulla ricostruzione. Giulia Olivetti ha 32 anni, sposata con un figlio, è laureata in Economia delle Pubbliche Amministrazioni e ha lavorato in Enti Pubblici di Reggio Emilia e Modena, occupandosi di programmazione e pianificazione. Ha ricoperto il ruolo di assessore del nostro Comune negli ultimi otto anni, dal passato mandato amministrativo ad oggi, maturando un’esperienza che va dalla Cultura al Bilancio, dalle Politiche Giovanili ai Lavori Pubblici, delega che ricopre tuttora. Giulia sarà capace di portare nuove energie in un territorio che ha avuto da sempre, comunque, un’ottima tradizione amministrativa. Cogliamo l’occasione per ringraziare il sindaco Luisa Turci per il lavoro svolto in questi anni e soprattutto negli ultimi, quanto mai intensi e pesanti, senza mai lasciarsi scoraggiare dalle enormi difficoltà incontrate nella ricostruzione. A lei va il merito senza dubbio di avere gettato le basi per la rinascita del nostro Comune. Buon lavoro anche a Olivetti e a tutto il gruppo che sta lavorando insieme a noi per poter continuare a dare garanzie di buona amministrazione a Novi, Rovereto e Sant’Antonio”.
GIULIA OLIVETTI: “Ringrazio innanzitutto i cittadini che si sono impegnati nel gruppo di lavoro e gli iscritti di Pd e Si che mi hanno scelta a rappresentarli come candidato a sindaco del nostro Comune. Mi fa particolarmente piacere, non essendo iscritta ad alcun partito, pur riconoscendomi da sempre nei valori del centrosinistra, sentire intorno a me il sostegno di queste due forze a cui devo anche il mio impegno politico nel nostro territorio. Mi candido a ricoprire il ruolo di sindaco con passione e con il desiderio di poter migliorare il territorio in cui sono cresciuta e che amo. Tra le riflessioni scaturite dal confronto con i nostri cittadini è emersa la richiesta di una maggiore sensibilità verso le frazioni e spero che la mia candidatura, essendo io nata e cresciuta a Sant’Antonio in Mercadello, la più piccola delle frazioni, possa dare voce a tali richieste non trascurando il capoluogo che comunque in dieci anni di amministrazione ho imparato a conoscere e a capire. Da subito sento il bisogno e la necessità di creare un rapporto stretto con il cittadino, come singolo e nelle formazioni associative. Dunque il cittadino al centro, in una visione di pubblica amministrazione che da un lato cura il territorio (strade, parchi, edifici), dall’altro eroga servizi (scuole, nidi, servizi sociali, sicurezza) con l’obiettivo di rispondere ai bisogni dei singoli. Il mio professore di Scienze politiche all’università diceva che il buon politico deve prendere conto (dei bisogni di cittadini appunto), tenere conto (di questi bisogni nel momento in cui si fanno le scelte) e infine rendere conto. Quindi oltre ad ascoltare le necessità delle persone dovremo trasmettere e comunicare al meglio e meglio i servizi offerti, le opportunità e continuare a rendicontare in modo trasparente l’operato dell’amministrazione, come in una casa dalle pareti di vetro. A chi mi chiede quale sarà la mia squadra, rispondo che è ancora presto, ma penso che sarà necessario un mix tra esperienze e novità. Le buone pratiche e la trasparenza che hanno caratterizzato da sempre le Amministrazioni dei nostri territori sono esempi di cui andare orgogliosi, soprattutto in un momento storico in cui i populismi stanno prendendo sempre più piede. Il nostro impegno sarà quello di far fronte alle paure e alle difficoltà che gli anni di crisi economica e il sisma hanno ingenerato nelle persone, nelle famiglie e nelle imprese. Dobbiamo avere la capacità di far prevalere i valori di solidarietà, tutela dei diritti, partendo dai più fragili, innovazione e buon governo del centrosinistra. Il mio impegno sarà questo”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *