Pacchioni e Forghieri “Quali azioni per area ex chiesa Maria Immacolata?”

Pacchioni e Forghieri “Quali azioni per area ex chiesa Maria Immacolata?”
0 commenti, 02/11/2016, da , in Modena

I consiglieri comunali Pd a Modena Chiara Pacchioni e Marco Forghieri hanno presentato un’interrogazione sull’area di via Cannizzaro, un tempo utilizzata dalla parrocchia di Maria Immacolata, ora in quasi totale disuso, fatta eccezione per il campetto da calcio, manutenuto da un gruppo di cittadini volontari. Ecco la loro dichiarazione:

“L’area di via Cannizzaro, utilizzata fino al 2008 dalla parrocchia di Maria Immacolata e liberata quell’anno in seguito all’integrazione di quella parrocchia con la limitrofa San Giuseppe artigiano e il conseguente trasferimento nella nuova chiesa di Gesù Redentore in via Leonardo da Vinci, manifesta ormai da tempo segni di incuria e abbandono, nonostante gli apprezzabili sforzi di un gruppo di volontari del quartiere, impegnati in particolare nella manutenzione del campetto di calcio adiacente l’area, affinché almeno questa struttura possa continuare ad essere sfruttata dagli abitanti della zona. Da vivace punto di incontro e aggregazione quale era l’area è diventata quindi di difficile controllo e fonte di preoccupazione per i residenti a causa del crescente degrado. Diversi sono stati gli episodi riportati anche sulla stampa locale. Da qui le ragioni della nostra interrogazione: per chiarire innanzitutto chi abbia la responsabilità di controllo e riqualificazione dell’area e degli immobili che vi sono stati costruiti. Un intervento, come detto, quanto mai necessario, anche per dare un segnale di concreta vicinanza a quei cittadini, che in modo del tutto volontario, si sono impegnati fino ad ora per consentirne, almeno in parte, la fruibilità.”

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *