Gli uomini della Segreteria Pd rispondono all’appello della Annibali

Gli uomini della Segreteria Pd rispondono all’appello della Annibali
0 commenti, 15/06/2016, da , in Segreteria, slider

Anche gli uomini, non solo le donne, devono far sentire la propria voce contro la tragedia dei femminicidi, perché non si creda che la cultura maschilista proliferi nell’indifferenza, o peggio, nella solidarietà tra maschi. I componenti maschili della Segreteria provinciale del Pd modenese – Andrea Bortolamasi, Davide Fava, Marcello Mandrioli, Leonardo Pastore, Alessandro Poggi, Stefano Reggianini, Simone Tosi e Valerio Zanni – aderiscono all’appello #SeSeiUnUomoFirma lanciato da Lucia Annibali, l’avvocata sfregiata con l’acido dall’ex compagno, e Alessia Morani, vicecapogruppo Pd alla Camera:

“E’ giusto che sulla cruciale questione dei rapporti violenti tra donne e uomini, anche la componente maschile della società prenda la parola, pena essere tacciati di indifferenza, o peggio ancora, di connivenza. Il tragico fenomeno dei femminicidi e dei reati contro le donne perpetrati da mariti, compagni e fidanzati è il frutto di una cultura malata delle relazioni all’interno di una coppia. La donna oggetto di possesso e controllo da parte del maschio che non accetta, e quindi punisce, ogni espressione e ogni tentativo di autonomia. Nel 2015, in Italia, sono morte ammazzate 152 donne, in 117 casi il delitto è avvenuto nell’ambito familiare, con l’aggravante che, sempre più spesso, all’efferatezza assistono i figli, inermi nei confronti di una violenza che li colpisce negli affetti più cari e li segna per la vita. Vogliamo sensibilizzare anche i nostri concittadini uomini, non solo le donne, e chiamarli a un impegno sociale e culturale contro la violenza sulle donne. Facciamo, quindi, un appello anche nel modenese ad aderire alla campagna #SeSeiUnUomoFirma lanciata da Lucia Annibali, l’avvocata sfregiata con l’acido dall’ex compagno, e da Alessia Morani, vicecapogruppo Pd alla Camera. Invitiamo, in particolare, i nostri amministratori, coloro che hanno incarichi nelle istituzioni e nei partiti, ma anche semplici iscritti e simpatizzanti, a unire la propria voce a quella delle donne che, da anni, lottano per cambiare una cultura e un modo di intendere la società che le penalizza e le relega in ruoli subordinati da cui non possono sottrarsi, pena la punizione e la violenza fisica. Come Pd Modena, invitiamo inoltre gli uomini che decidono di aderire all’appello a inviare una loro foto con la scritta #SeSeiUnUomoFirma che verrà postata sulla pagina Fb del Pd provinciale. Iniziative specifiche saranno inserite anche nei programmi delle prossime Feste de l’Unità in corso di organizzazione”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *