Dal 12 maggio al 3 luglio il Pd modenese andrà “on the road”

Dal 12 maggio al 3 luglio il Pd modenese andrà “on the road”
0 commenti, 10/05/2016, da , in Modena, slider

Sei Feste, di cui la maggior parte inedite; una ventina di banchetti nei quartieri; una quindicina di incontri di approfondimento sui temi di attualità: dal 12 maggio al 3 luglio il Pd comunale modenese mette in campo quasi due mesi di iniziative per rilanciare il confronto e l’ascolto della città nei parchi, nei luoghi di aggregazione e nelle sedi dei Circoli. “Alcuni dei temi che affronteremo sono legati ai primi due anni di consigliatura e, quindi, più strettamente locali – spiega il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolamasi – Altri, come il lavoro, la sicurezza e la legalità, hanno una cornice nazionale e, naturalmente, ricadute locali. Nelle Feste, e nel corso delle diverse iniziative, i cittadini avranno modo di incontrare e confrontarsi direttamente con gli amministratori locali e i nostri rappresentanti in Regione e in Parlamento. Il Pd, insomma, di nuovo “on the road”, tra la gente”.

Si inizia giovedì prossimo 12 maggio con due iniziative nelle sedi dei Circoli Madonnina/Villaggio Giardino e San Faustino incentrate sul partito e sui rifiuti, si termina domenica 3 luglio con un’inedita Festa ad Albareto. In mezzo altre Feste, incontri, banchetti e iniziative di approfondimento e confronto: è “Pd on the road”, il calendario di iniziative della durata di quasi due mesi, messo a punto dal Pd modenese, per rilanciare il confronto e l’ascolto della città nei parchi, nei luoghi di aggregazione e nelle sedi dei Circoli. “Alcuni dei temi che affronteremo sono legati ai primi due anni di consigliatura e, quindi, più strettamente locali – spiega il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolamasi – Altri, come il lavoro, la sicurezza e la legalità, hanno una cornice nazionale e, naturalmente, ricadute locali. Nelle Feste, e nel corso delle diverse iniziative, i cittadini avranno modo di incontrare e confrontarsi direttamente con gli amministratori locali e i nostri rappresentanti in Regione e in Parlamento. Il Pd, insomma, di nuovo “on the road”, tra la gente”. Con le Feste si inizia domenica 22 maggio, al Parco Amendola, dove, nel pomeriggio, il Circolo Pd Buon Pastore replica l’incontro aperto con il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali Pd già convocato un anno fa, in occasione del primo anno di consigliatura. Per il fine settimana successivo i Circoli Sacca e Crocetta stanno pensando a una due giorni che potrebbe tenersi al Parco 22 aprile. Il 2 giugno prende avvio la tradizionale Festa de l’Unità di San Damaso e dà appuntamento per tre fine settimana consecutivi, fino a domenica 19 giugno, nell’area verde adiacente la Polivalente. Con una modalità già sperimentata, sarà l’occasione per incontrare a cena o a pranzo amministratori locali, consiglieri regionali e parlamentari. Per due fine settimana di giugno, il Circolo Pd San Lazzaro/Modena Est, in collaborazione con il centro sportivo Sirenella, si cimenterà con una Festa di quartiere, mentre, a fine mese, il Circolo Sant’Agnese replicherà la Festa, già sperimentata l’anno scorso, alla Polisportiva Gino Nasi. Infine, sabato 2 e domenica 3 luglio, chiude il Circolo di Albareto con una Festa locale. “Le Feste sono il segno distintivo del nostro partito – conferma Andrea Bortolamasi – Dimostrano la nostra caparbietà nel perseguire i valori dell’autofinanziamento e della politica trasparente. Quest’anno, grazie all’impegno dei nostri volontari, saremo in grado di costruire nuove micro-feste di quartiere e di zona. Davvero un bel risultato”. Banchetti, poi, per un mese, a partire dal week end del 21 e 22 maggio, saranno organizzati in contemporanea nei quattro quartieri cittadini. Infine, le iniziative di approfondimento e di incontro, in parte organizzate dai singoli Circoli e in parte dalla Segreteria comunale. Saranno all’incirca una quindicina, da qui alla fine di giugno. Verranno affrontati molti temi, dal mondo del lavoro nelle sue varie articolazioni ai corretti e sani stili di vita, dalle politiche economiche alle politiche sociali, dalla sicurezza e legalità ai luoghi della cultura. “Racconteremo quanto si sta facendo – conclude Bortolamasi – e raccoglieremo idee e critiche, senza paura del confronto, per migliorare le nostre politiche presenti e future”.

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *