San Possidonio, prende il via stasera il ciclo “Idee in cantiere”

San Possidonio, prende il via stasera il ciclo “Idee in cantiere”

Prende il via la sera di mercoledì 2 aprile “Idee in cantiere”, il ciclo di incontri messo a punto dalla lista civica “Impegno Comune” di San Possidonio che sostiene il candidato sindaco Rudi Accorsi. Nel corso di cinque incontri tematici aperti al pubblico, programmati ogni mercoledì di aprile, verrà messo a punto il programma per i prossimi cinque anni di amministrazione.

La lista civica “Impegno Comune” di San Possidonio si prepara a costruire il programma per le prossime elezioni amministrative del 25 maggio con una serie di incontri aperti a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del proprio territorio. Si tratta di incontri tematici e ad ogni serata saranno presenti tecnici e professionisti competenti per aiutare i cittadini a comprendere la situazione attuale, così da poter progettare al meglio il programma dei prossimi cinque anni di amministrazione. Gli incontri, fortemente sostenuti dall’attuale capogruppo degli Indipendenti Anna Malavasi, dal capogruppo Pd Stefano Zona e dal sindaco Rudi Accorsi, si terranno presso il nuovo Auditorium “Principato di Monaco” in via Focherini, presso il nuovo Polo Scolastico, dalle ore 21.00 di ogni mercoledì di aprile. Si inizia mercoledì 2 aprile con il tema “Ricostruzione: dove siamo, quali prospettive”. Mercoledì 9 aprile si parlerà, invece, di sanità ovvero hospice, casa della salute, residenza per anziani e futuro dell’ospedale di Mirandola. Mercoledì 16 aprile tocca a scuola, sport e volontariato. Mercoledì 23 aprile ci si confronterà sui temi legati al territorio e al suo sviluppo, mentre nel corso dell’ultimo incontro, programmato per mercoledì 30 aprile, si affronteranno i punti critici e quelli di forza legati al commercio e al centro storico.

iniziativa cantiere_san possidonio

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *