Il Pd aderisce al presidio per la pace in Siria di lunedì a Modena

Il Pd aderisce al presidio per la pace in Siria di lunedì a Modena
1 commento, 07/09/2013, da , in Segreteria, slider

A fianco del popolo siriano oppresso dal regime di Hassad, ma convinti che occorre percorrere la via diplomatica sotto l’egida delle Nazioni Unite se si vuole trovare una soluzione alla crisi siriana: con queste motivazioni il Partito democratico, i Gd modenesi e la Conferenza delle democratiche modenesi aderiscono al presidio per la Pace in Siria organizzato per il tardo pomeriggio di lunedì 9 settembre, a Modena, in piazza Torre.

Il Partito democratico, i Giovani  democratici e la Conferenza delle democratiche modenesi aderiscono al presidio a sostegno della Pace in Siria, organizzato da diverse associazioni locali, per il tardo pomeriggio di lunedì 9 settembre, in piazza Torre a  Modena. “Siamo schierati a fianco del popolo siriano oppresso dal regime di Hassad – spiega il segretario provinciale Pd Paolo Negro – ma crediamo che la violenza, soprattutto se unilaterale, possa solo generare altra violenza. Ogni azione contro il regime di Hassad deve essere concordata in ambito Onu. Occorre dare alla diplomazia la possibilità di dispiegare tutte le sue potenzialità. Non crediamo che la crisi siriana possa essere risolta con interventi di una sola parte. Anzi, come ha detto con parole efficaci anche Papa Francesco, il rischio concreto è quello di un ulteriore dilagare del conflitto. E’ per questo – conclude Paolo Negro – che, lunedì pomeriggio, come democratici saremo in piazza Torre, a Modena, insieme alle associazioni, ai partiti e ai cittadini che credono che la pace sia il bene supremo da perseguire”.

photo credit: www.arternative-design.com via photopin cc

Tags:
Modena

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Un commento

  1. dignatici.patrizia60@tiscali.it
    settembre 7th, 2013 15:07

    “….crediamo che la violenza, soprattutto se unilaterale, possa solo generare altra violenza…” Questo nella vostra nota. Mi permetto di dire che la violenza sempre, anche se avallata dall’ONU, genera altra violenza. Vorrei che questo fosse chiaro perchè trovo un po’ d’ambiguità (magari sbaglio) nelle dichiarazioni che aggiungono dei distinguo e delle eccezioni al dire NO alla guerra.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *