Sicurezza, Baruffi e Vaccari “Migliorare il provvedimento”

Sicurezza, Baruffi e Vaccari “Migliorare il provvedimento”

I parlamentari modenesi del Pd Davide Baruffi e Stefano Vaccari annunciano il proprio impegno per migliorare, nei prossimi passaggi parlamentari, il decreto Imu nella parte in cui, per trovare la copertura economica necessaria, taglia ben 55 milioni di euro dal comparto sicurezza. “Anche in una situazione di carenza di risorse – dicono il deputato Baruffi e il senatore Vaccari – ci pare sbagliato tagliare ancora una volta sugli organici delle forze dell’ordine”.

Per trovare la copertura economica al decreto Imu è stato deciso, tra le altre cose, un taglio di 50 milioni di euro destinati al comparto sicurezza per far fronte al turn over del personale delle forze di polizia. Una soluzione che trova in assoluto disaccordo i parlamentari modenesi del Pd Davide Baruffi e Stefano Vaccari: “Riteniamo che, pur in una situazione di carenza di risorse, non si possa arretrare su quanto faticosamente ottenuto circa le risorse per la sicurezza: ricordiamo che fu proprio grazie ad una battaglia del Partito democratico durante il Governo Monti che si ripristinarono le risorse per la sostituzione del personale delle forze di polizia. Continueremo su questa strada – assicurano il deputato Baruffi e il senatore Vaccari – confortati anche dal fatto che il Governo stesso pare aver convenuto sull’errore compiuto. Ci impegniamo quindi,  come richiestoci anche dalle organizzazioni sindacali del comparto, ognuno nella propria camera di riferimento, a migliorare il provvedimento nei prossimi passaggi parlamentari. Occorre ripristinare gli obiettivi raggiunti, si tratta di risultati che vanno difesi per la tutela dei cittadini, prima di tutto, ma anche dei lavoratori delle forze dell’ordine”.

(fonte fotografia: forlitoday)

Tags:
imusicurezza

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *