Festa Pd, sabato si discute di cambiamento e innovazione

Festa Pd, sabato si discute di cambiamento e innovazione
0 commenti, 30/08/2013, da , in Anni passati, slider

Il tema del femminicidio verrà affrontato, sabato 31 agosto, alla Festa Pd, grazie al primo incontro del ciclo promosso dalle Democratiche modenesi. Alle 18.30, infatti, l’autrice Giuliana Lusuardi presenta il suo libro “Femminicidio. L’antico volto del dominio maschile”. Alle 21.00, invece, il Palaconad ospiterà un’iniziativa sui temi del cambiamento e dell’innovazione: saranno presenti il vicesindaco di Camposanto Luca Gherardi, il presidente di ForModena Sergio Duretti, il docente universitario Stefano Epifani e Veronica Marchesini di Nidil-Cgil. Coordina l’assessore provinciale al Lavoro Francesco Ori. Per lo spettacolo, all’Arena sul lago, arriva il “Maninalto Festival” con Cisco, Piotta e i Matrioska, mentre allo spazio Ricostituente, l’autore di Cattivik Cesare Buffagni si cimenta con un inedito mix di spettacolo dal vivo e fumetti. Entrambi  gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

 

I temi del cambiamento e dell’innovazione, il tragico fenomeno dei femminicidi, la rete di sostegno attorno ai malati di autismo: sono questi gli argomenti che verranno affrontati sabato 31 agosto alla sesta Festa provinciale del Partito democratico in corso di svolgimento a Ponte Alto. L’iniziativa programmata al Palaconad, a partire dalle 21.00, ha per titolo “Ripartire dal Pd. Il dizionario del cambiamento: beni comuni, conoscenza, innovazione e precarietà”. Relatori sono il vicesindaco di Camposanto Luca Gherardi che si cimenterà sul tema “beni comuni”, il presidente di ForModena e direttore di CSP – Innovazione nell’ICT Sergio Duretti che si occuperà di “conoscenza”, il docente universitario e direttore del portale TechEconomy.it Stefano Epifani che si cimenterà sul tema “innovazione” e Veronica Marchesini di Nidil-Cgil che parlerà di “precarietà”. Le “ironiche” conclusioni saranno affidate a l’Apparato. Coordina Francesco Ori, assessore provinciale al Lavoro. Allo spazio Pensare democratico, invece, alle ore 18.30, è in programma la prima iniziativa del ciclo di appuntamenti messo a punto dalla Conferenza delle Democratiche modenesi. Si tratta della presentazione del libro “Femminicidio. L’antico volto del dominio maschile”. Sarà presente la curatrice dell’opera Giuliana Lusuardi che dialogherà su questo tema, purtroppo, di strettissima attualità, con le ex senatrici Pd Vittoria Franco e Mariangela Bastico e con l’assessore al Comune di Castelfranco Emilia Maurizia Bonora. Su questo fronte si è particolarmente distinto l’impegno delle donne del Partito democratico che ha consentito di raccogliere le firme necessarie (in realtà molte di più di quelle richieste dalla normativa) per presentare uno specifico progetto di legge regionale di iniziativa popolare che mette in rete istituzioni, associazioni, forze dell’ordine in modo che gli interventi siano il più possibile efficaci sia sul fronte della prevenzione che su quello dell’assistenza. Proprio in questi giorni è arrivata la notizia che tutte le firme sono state validate e il percorso del progetto di legge è stato avviato con successo. Alle 20.30, infine, allo spazio Green, è programmato un incontro, a cura dell’associazione provinciale Aut Aut Modena Onlus, sul tema “Autismo: il progetto di vita nella rete sociale e sanitaria modenese – Le opportunità nel territorio e nuovi programma terapeutici riabilitativi”.

Per lo spettacolo, grande attesa per il “Maninalto Festival” che promette grandi sorprese per gli spettatori. Sul palcoscenico dell’Arena sul lago, a partire dalle 21.30, salirà un trio di artisti eclettici e musicisti di spessore come Cisco, l’ex cantante, ora solista, dei Modena City Ramblers, il rapper romano Piotta e i Matrioska. Cisco, al secolo Stefano Bellotti, sta girando l’Italia con il suo ultimo tour “Indietro popolo”: avrebbe in serbo – raccontano gli organizzatori – una grande sorpresa proprio per il concerto modenese che coincide con i vent’anni di attività, ma non vengono svelati altri particolari. Si sa solo che nel set conclusivo interverranno “ospiti a sorpresa”. Piotta ripercorrerà le sue hit recenti e passate proponendo un inedito mix di rap, rock e reggae. I Matrioska porteranno sul palco modenese i brani del loro ultimo singolo “Cemento”, ma non mancheranno i pezzi che hanno appassionato, in questi anni, i fan della band milanese. L’ingresso è gratuito.

Sempre per lo spettacolo, ma allo spazio Ricostituente, dalle 21.00, per il ciclo “Serotonina scenica” andrà in scena “Cose buffe”, uno spettacolo di cabaret a fumetti con Cesare Buffagni. L’autore di Cattivik e di tanti altri personaggi presenta uno spettacolo unico nel suo genere, dove la comicità si mescola con il fumetto. Con una straordinaria performance dal vivo, la mano dell’attore/fumettista darà vita a gag e storie divertenti, accompagnate al piano dal maestro Simone Olivieri. Oltre al disegno, ci sono momenti di satira, teatro di figura, magia comica e animazione con il pubblico, tutto, naturalmente, rigorosamente a fumetti!. L’ingresso è gratuito. Per gli amanti del liscio, alla Balera, dalle 21.00, si esibirà Antonella Marchetti. A El Baile, invece, dalle 21.30 scuola gratuita di salsa-bachata e balli di gruppo a cura dello staff del Florida e, poi, dalle 22.30, inizia la “noche de salsa de Cuba a Puerto Rico a Santo Domingo” con le musiche di M. Balboni, Turro, Mario mix, Lele M, Tony e R. Bersanetti. Per i Diari di Viaggio, alle 21.30, Paolo Ansaloni racconta l’India, il Pakistan e Samsara. Infine, per chi ama tirare tardi, dalle 23.30, allo spazio Gd/Arci, si esibisce Matteo Borghi.

(Fonte fotografia: lostrettoweb)

Tags:
beni comuni

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *