Liotti“Le Democratiche avviano da Modena il cammino congressuale Pd”

Liotti“Le Democratiche avviano da Modena il cammino congressuale Pd”
0 commenti, 27/08/2013, da , in Anni passati

Uno spettacolo teatrale, presentazione di libri, dibattiti, e anche un seminario di valenza nazionale che sancisce l’avvio del percorso per un autonomo contributo al congresso del partito delle donne del Pd: è il cartellone di iniziative che le Democratiche modenesi hanno messo a punto come contributo all’approfondimento politico della Festa provinciale del Partito democratico che si svolge, dal 27 agosto al 22 settembre, nell’area di Ponte Alto. “Perché, come recita il titolo del seminario che proporremo la mattina di domenica 1° settembre – commenta la coordinatrice delle Democratiche modenesi e presidente del Consiglio comunale Caterina Liotti – “le Democratiche fanno la differenza”.

Modena come luogo di avvio del percorso con cui le donne del Pd costruiranno una propria autonoma piattaforma programmatica e politica come contributo al dibattito congressuale del partito. La Conferenza delle Democratiche modenesi ha messo a punto per la Festa provinciale del Pd uno specifico cartellone di iniziative.

L’appuntamento principale è rappresentato proprio da un incontro pubblico dal titolo “Le Democratiche fanno la differenza. Verso il Congresso del Partito democratico” programmato per la mattinata di domenica 1° settembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, al Palaconad. “Il percorso di ascolto per la costruzione del documento, deciso in luglio a Roma dall’Assemblea nazionale delle donne Pd, si avvia dalla nostra Regione, anzi dalla nostra città – conferma Caterina Liotti, coordinatrice delle Democratiche modenesi che a Roma ha formalizzato la proposta- Il seminario è aperto alla partecipazione di tutti, donne e uomini che intendono confrontarsi sul tema dell’identità del Pd. Vorremmo raccogliere idee e contenuti soprattutto dalle donne della Conferenza, dalle iscritte ed elettrici del Pd, ma anche dalle simpatizzanti e da tutti coloro che credono che il Partito democratico debba investire maggiormente su una politica aperta ed inclusiva che riesca a essere più rappresentativa delle persone, donne e uomini di età e culture differenti, e che valorizzi le competenze e i saperi femminili, anche attraverso un ricambio della classe dirigente ancora troppo spesso in mano esclusivamente maschili”. All’incontro saranno presenti, oltre alla stessa Caterina Liotti, Lucia Bongarzone, coordinatrice regionale, e Roberta Agostini, coordinatrice nazionale delle Democratiche. Prenderanno parte ai lavori della mattinata anche Paolo Negro, segretario provinciale Pd Modena e Stefano Bonaccini, segretario regionale Pd Emilia-Romagna.

Ma quello di domenica 1° settembre sarà comunque solo una delle variegate iniziative promosse dalla Conferenza provinciale delle Democratiche modenesi. Si inizia sabato 31 agosto quando, allo Spazio Ricostituente, a partire dalle 18.30, verrà presentato il volume “Femminicidio. L’antico volto del dominio maschile”. Oltre alla curatrice Giuliana Lusuardi saranno presenti le senatrici Vittoria Franco e Mariangela Bastico e l’assessore del Comune di Castelfranco Emilia Maurizia Bonora. Giovedì 5 settembre, invece, allo spazio Palaconad, dalle ore 21.00, la Festa Pd ospiterà la viceministro al Lavoro e alle politiche sociali Maria Cecilia Guerra che prenderà parte a un incontro dal titolo “Maternità e paternità: perché abbiamo paura di fare bambini?”. Discuteranno del tema la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli, il parlamentare Pd Edoardo Patriarca e la coordinatrice della Conferenza delle Democratiche modenesi Caterina Liotti. Mercoledì 18 settembre, il tema caldissimo dei femminicidi e della violenza contro le donne, verrà affrontato in forma di spettacolo teatrale grazie alla Compagnia del Teatro dell’Orsa che, allo spazio Ricostituente, metterà in scena  la pièce “Nudi. Le ombre della violenza sulle donne”. L’introduzione sul tema sarà affidata alla coordinatrice regionale della Conferenza delle Democratiche Lucia Borganzone, alla vicesindaca di Formigine Antonietta Vastola e a Daniela Depietri e Rosamaria Fino della Conferenza delle Democratiche modenesi. Infine ultimo incontro in ordine di tempo, ma non di importanza: venerdì 20 settembre, alle ore 21.00, allo spazio Ricostituente, viene presentato il libro “Nilde Iotti. Una storia politica femminile”. Insieme all’autrice Luisa Lama, interverranno la  vicepresidente della Fondazione Nilde Iotti Francesca Russo, e Roberta Verdelli e Federica Nannetti della Conferenza delle Democratiche modenesi. L’attrice Irene Guadagnini leggerà brani dal volume.

(Fonte immagine: Modena Today)

Informazioni Redazione

La redazione di PdMoMag è composta dai giornalisti dell'Ufficio Stampa del Pd provinciale di Modena. Responsabile: Roberta Vandini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *